Una ricercatrice spezzina studia la voce umana per aiutare i disabili

0
157

Una ricercatrice spezzina studia la voce umana per aiutare i disabili : con grande piacere riportiamo l’articolo, a firma di Chiara Alfonzetti, pubblicato sul quotidiano “Città della Spezia” (www.cittadellaspezia.com) che parla della nostra consulente Sonia Cenceschi.

* * *

Si chiama Sonia Cenceschi e fa parte di un team di ricerca al Politecnico di Milano e si racconta a CDS: “Tutti possono dare una mano, basta rispondere al questionario Calliope”.
cliccando qui.
I taccuini di CDS hanno raggiuntorio di Musica Giuseppe Verdi di Como con una ricerca inerente il restauro audio digitale.
Nel 2013 fonda il gruppo di fonica forense Cencor e inizia la collaborazione con le forze dell’ordine come perito le tecniche forensi di analisi della voce. Attualmente la sua ricerca è incentrata su prosodia, musicalità e percezione della voce umana, ambiti per cui sarà docente in due master post-laurea presso la SUPSI di Lugano e la Scuola di musica di Fiesole.
Che studio state facendo?
Lo studio collegato.
Ovviamente l’argomento test ci limitiamo ad una decina di domande, ma da qualche parte bisogna pur iniziare!In cosa consiste il questionario?

Sono tre serie di domande moltori (es: vuoi un caffè?) e scegliere quali corrispondono, ad esempio, ad una domanda, ad una affermazione e così via.
nella prima pagina le registrazioni sono audio normalissimi, la seconda sono frasi senza senso recitate esattamente come se fossero “vere”. E’ stato “all’osso”, alle eventuali “cavie” (ride, ndr) l’onore di scoprire in cosa consista nella pratica!
La durata to.

Chi può partecipare?

Tutte le persone madrelingua italiana che abbiano compiutori esperti non madrelingua, chiediamo in tal caso di inserire la lingua di origine nei commenti finali.

Che team di lavoro c’è dietro?

Siamo il team di ricerca dell’ARCSLab (dipartimento anche Esagramma, il centro di musicoterapia orchestrale per il disagio psichico e mentale di Milano: http://www.esagramma.net/.

Quanti questionari avete raccolto, come possono aiutarvi gli utenti di internet?

Siamo a quota 108. Sarebbe auspicabile arrivare almeno a 300. Il numero sembra eccessivo, ma vi assicuro che col passaparola si può fare!
I risultati attuali sono sorprendenti e molto alla mail sonia.cenceschi@polimi.it

Perché è così importante aiutarvi a completare questa ricerca?

Perché comporterebbe degli importanti passi in avanti per la ricerca stessa e ci aiuterà ad implementare un algoritmo che fa parte di un progetto delle capacità vocali e di espressione emotiva in ragazzi con autismo e disabilità cognitive di diversa origine.

06/12/2017 20:50:33
CHIARA ALFONZETTI
Segui e condividi i nostri contenuti anche sui social network...