L’Agenzia delle Entrate, con provvedimento n.524526 del 21 dicembre, ha accolto le richieste del Garante Privacy in merito alla tutela dei dati personali trasmessi dai soggetti obbligati alla fatturazione elettronica.

Viene modificato il provvedimento n.89757, con l’introduzione di nuove misure di sicurezza, ovvero il consenso del contribuente, anche tramite intermediari delegati, alla funzionalità gratuita di consultazione e download delle e-fatture che l’Agenzia delle Entrate rende disponibili.

Tale adesione sarà espressa con la firma di un accordo di servizio pubblicato nell’area riservata del sito dell’Agenzia entro il 3 maggio 2019; senza   adesione l’Agenzia memorizzerà, renderà consultabile e scaricabile l’e-fattura solo fino all’avvenuto recapito al destinatario.

Consegnata la e-fattura, saranno memorizzati solo i dati con finalità fiscali, che verranno raccolti ed archiviati in una banca dati separata e trattati per finalità istituzionali, con cancellazione entro il 31 dicembre dell’ottavo anno successivo a quello di presentazione della relativa dichiarazione.

In presenza di consenso, l’Agenzia memorizza i dati dei file delle e-fatture e li rende consultabili solo per soggetto che ha prestato l’adesione ed entro il 31dicembre del secondo anno successivo a quello di ricezione dal SDI; trascorso tale periodo i file verranno cancellati.

In assenza di adesione al servizio, l’Agenzia rende consultabile e scaricabile il file XML solo fino alla consegna della e-fattura; dopo il recapito, saranno conservati:

  • i dati necessari a garantire il processo di fatturazione elettronica attraverso il sistema di interscambio compreso il codice hash che caratterizza univocamente il documento
  • i dati fiscalmente rilevanti ex art. 21 DPR 633/72, con esclusione delle informazioni relative alla natura, qualità e quantità dei beni e servizi oggetto di fatturazione ex art. 21 comma 2 lettera g) DPR 633/72

Tali dati sono consultabili esclusivamente dagli operatori iva e dai contribuenti  non titolari di partiva iva, ma diversi dalle persone fisiche consumatori finali (es. condomini). Se il committente o il cessionario sarà un consumatore finale, senza la sua adesione, non sarà consultabile alcun dato relativo alle e-fatture ricevute.

Segui e condividi i nostri contenuti anche sui social network...