Protocollo d’intesa tra Procura di Roma e Garante Privacy

L’articolo 167 del D.Lgs. 196/2003 (trattamento illecito di dati), così come sostituito dal D.Lgs. 101/2018, al quarto comma prevede che “Il Pubblico ministero, quando ha notizia dei reati di cui ai commi 1, 2 e 3, ne informa senza ritardo il Garante” per la protezione dei dati personali.

Analoga disposizione è contenuta negli articoli 167 bis ( reato di “comunicazione e diffusione illecita di dati personali oggetto di trattamento su larga scala”) e 167 ter (reato di “acquisizione fraudolenta di dati personali oggetto di trattamento su larga scala”).

A tale comunicazione consegue un’attività del Garante che consiste nella trasmissione al pubblico ministero di una relazione motivata e della documentazione eventualmente raccolta.

La Procura di Roma e il Garante hanno disciplinato l’applicazione di tale articolo stipulando uno specifico protocollo.

Segui e condividi i nostri contenuti anche sui social network...