Rinnovazione della perizia in appello: presupposti e censura

La sentenza della Cassazione penale n.15879 dell’11.04.2019 ribadisce il principio secondo cui “nel giudizio di appello, in via generale, la rinnovazione di una perizia può essere disposta soltanto se il giudice ritenga di non essere in grado di decidere allo stato degli atti, con la specificazione che la valutazione discrezionale del giudice di appello sulla predetta richiesta, se logicamente e congruamente motivata, è incensurabile in cassazione, in quanto costituente giudizio di fatto (Sez. 3, n. 7259 del 30/11/2017, S., Rv. 273653; Sez. 2, n. 36630 del 15/05/2013, Bommarito, Rv. 257062)”.

Segui e condividi i nostri contenuti anche sui social network...