La necessità di acquisire singoli file giustifica il sequestro di un intero pc?

0
1164

Al quesito ad assicurare al processo il relativo mezzo di prova.  

Nell’occasione la polizia giudiziaria procedeva a sequestrare, concordemente al decreto dal PM, documenti, manoscritti, comunicazioni, anche contenuti in supporti informatici, telefoni cellulari, dispositivi elettronici, tablet, pc e simili.

Secondo la Cassazione, questo di specifiche ragioni, ad una indiscriminata apprensione di tutte le informazioni ivi contenute”.

Il principio di proporzionalità, previsto dall’art. 275 c.p.p. per le misure cautelari personali, è operante, infatti, anche per le misure cautelari reali.

Pertanto dagli art. 247, co. 1-bis c.p.p e 352, co. 1-bis c.p.p..

Tali disposizioni sanciscono che quando vi è fondato si trovino in un sistema informatico o telematico (…) ne è disposta la perquisizione, adottando misure tecniche dirette ad assicurare la conservazione dei dati (…).

Ne deriva pertanto delle sue enormi potenzialità di archiviazione di grandi masse di dati.

Quello che è il fondamentale significato alla massa di documenti cartacei corrispondenti, pur in assenza di qualsiasi correlazione specifica con le indagini”.

Segui e condividi i nostri contenuti anche sui social network...