Cassazione: le intercettazioni telefoniche non sono un mezzo di ricerca della notizia di reato

La Cassazione penale è intervenuta, con la sentenza in esame, sul tema della valutazione della motivazione dei decreti autorizzativi delle intercettazioni telefoniche e sulla conseguente, eventuale, inutilizzabilità delle relative risultanze. Sotto il primo profilo, la Corte ha accolto il ricorso in cui si eccepiva l’inidoneità della motivazione di un decreto di urgenza con cui sono…

Questo contenuto è riservato ai soli SOCI SOSTENITORI
Accedi Diventa Socio Sostenitore
Segui e condividi i nostri contenuti anche sui social network...