La violazione della disciplina privacy non è motivo di inutilizzabilità delle videoriprese nel processo penale

Con la sentenza in commento la Cassazione ha confermato le pronunce dei giudici di I e II grado, che avevano dichiarato l’imputato colpevole di due reati di ricettazione tenue in continuazione. Contro tale provvedimento, è stato proposto ricorso, denunciando violazione di leggi e vizi di motivazione quanto all’asseritamente illecita acquisizione di video-riprese effettuate da telecamere…

Questo contenuto è riservato ai soli SOCI SOSTENITORI
Accedi Diventa Socio Sostenitore
Segui e condividi i nostri contenuti anche sui social network...