Intervista al Presidente dell’Autorità Garante sul trattamento dei dati personali, Antonello Soro, che mette in guardia sui rischi per la privacy degli utenti in relazione alle “App” che ci spiano diventando veri e propri strumenti per raccogliere e monitorare le nostre abitudini.

L’intervista è stata pubblicata su Repubblica.it.

ROMA – “Vuole una stima? Si calcola che il numero delle app in circolazione che tracciano le abitudini degli utenti, compresa la posizione, siano circa ottanta. Ottanta per ogni persona che ha uno smartphone nel mondo”. Antonello Soro, prossimo a lasciare l’incarico di Garante per la privacy che ricopre da 2012, racconta così il mercato della raccolta dei dati nell’era del digitale e degli schermi tattili. Come denunciato da Repubblica e dal New York Times nei giorni scorsi, ormai viene chiesto l’accesso alla geolocalizzazione anche da app per cucinare come da televisori smart. E in teoria, a differenza di un servizio per l’affitto di bici elettriche, non dovrebbero avere nessun interesse a domandarla.

…..intervista integrale su sito di Repubblica.it.

 

Segui e condividi i nostri contenuti anche sui social network...