Diffamazione su Facebook: no rogatoria se è certa l’identità

La Cassazione affronta un caso di diffamazione a mezzo Facebook affermando il principio che non vi è obbligo di rogatoria se l’identità del soggetto autore del messaggio diffamante sia certo. Il ricordo viene esperito avverso la sentenza di una Corte di Appello confermativa di una sentenza emessa dal Tribunale che aveva comminato una condanna per…

Questo contenuto è riservato ai soli Soci Sostenitori e Soci SolidarietaDigitale
Accedi Diventa Socio Sostenitore
Segui e condividi i nostri contenuti anche sui social network...