Successione di leggi processuali : abnormità della citazione diretta in giudizio

Il caso della sentenza in rassegna attiene alla successione di leggi processuali e a un ricorso che ha determinato l’annullamento, per abnormità, di un’ordinanza con cui era stata disposta la citazione diretta in giudizio piuttosto che l’esercizio dell’azione penale attraverso l’udienza preliminare. La Corte di Cassazione ha ricordato che in materia processuale, vale il principio…

Questo contenuto è riservato ai soli Soci Sostenitori e Soci SolidarietaDigitale
Accedi Diventa Socio Sostenitore
Segui e condividi i nostri contenuti anche sui social network...