Nella truffa non necessaria corrispondenza tra persona offesa e danneggiato

Nella recentissima Sentenza gli Ermellini hanno confermato che la struttura del delitto di truffa non esige che vi sia identità tra la persona offesa che subisce il depauperamento economico e quella indotta in errore . La Suprema Corte ha rigettato il ricorso avverso la sentenza con la quale la Corte d’Appello di Ancona ha confermato…

Questo contenuto è riservato ai soli Soci Sostenitori e Soci SolidarietaDigitale
Accedi Diventa Socio Sostenitore
Segui e condividi i nostri contenuti anche sui social network...