Bonus Covid e Inps : Garante privacy invia chiarimenti all’istituto

0
94

Bonus Covid e Inps : spetta all’Istituto verificare la possibilità di comunicare i dati personali, valutando anche la diversa posizione dei beneficiari eletti a livello nazionale e locale.

(Dal sitorità Garante protezione dei dati personali).

* * *

Il Garante per la protezione dei dati personali ha inviato all’Inps i chiarimenti sulla pubblicazione e comunicazione dei dati dei beneficiari del bonus 600 euro che ricoprono cariche elettive pubbliche.

Dopo le prime indicazioni che erano state oggetto le indicazioni già fornite alle pubbliche amministrazioni con le proprie Linee guida in materia di trasparenza.

Nelle Linee guida è evidenziato superiore a mille euro.

Non possono, tuttavia, essere pubblicati i dati identificativi delle persone fisiche destinatarie di sovvenzioni, contributi, sussidi e attribuzione di vantaggi economici, nonché gli elenchi dei relativi destinatari nel caso in cui, fra l’altro, «da tali dati sia possibile ricavare informazioni relative allo stato di salute ovvero alla situazione di disagio economico-sociale degli interessati» (art. 26, comma 4, d. lgs. n. 33/2013).

Spetta dunque all’amministrazione destinataria dell’obbligo di pubblicazione valutare la sussistenza delle condizioni di disagio e, nel caso, provvedere all’erogazione del contributo che le percepisce.

Per quanto per motivi attinenti alla protezione dei dati personali.

Il Garante ha ritenuto il bonus.

Spetta, pertantoria aperta nei confronti dell’Inps, eventuali altre ipotesi di comunicazione dei dati personali trattati in occasione della vicenda in esame.

17 agosto 2020

Segui e condividi i nostri contenuti anche sui social network...