La compensazione pecuniaria per volo cancellato può avvenire nella valuta del luogo di residenza del passeggero

La Corte di Giustizia dell’Unione Europea, nella sentenza scaricabile, ha stabilito che il passeggero il cui volo sia stato cancellato o abbia subito un ritardo prolungato può esigere il pagamento della compensazione pecuniaria prevista dal diritto dell’Unione nella valuta nazionale del suo luogo di residenza. Secondo la Corte, infatti, il diniego di tale pagamento sarebbe…

Questo contenuto è riservato ai soli Soci Sostenitori e Soci SolidarietaDigitale
Accedi Diventa Socio Sostenitore
Segui e condividi i nostri contenuti anche sui social network...