Legittimo il sequestro probatorio dei pc utilizzati per le chat estorsive o persecutorie

Con la sentenza scaricabile la Suprema Corte, rigettando il ricorso, ha riconosciuto la legittimità del sequestro probatorio di computer qualora utilizzati anche per le chat di messaggistica specificamente menzionati nel decreto di perquisizione, quali corpo del reato o cose pertinenti a reato. Il GIP del TRIBUNALE di VITERBO rigettava l’istanza di dissequestro presentata dal ricorrente…

Questo contenuto è riservato ai soli Base, Soci Sostenitori, e Soci SolidarietaDigitale
La procedura è la seguente:
Fase 1: Accedi, se sei già iscritto o Registrati
Fase 2: Richiesta di iscrizione gratuita al Portale
Accedi (già registrati)
Registrati
Richiedi l’iscrizione gratuita al Portale (già registrati)
Segui e condividi i nostri contenuti anche sui social network...