Telemarketing aggressivo: il Garante privacy sanziona Fastweb per 4 milioni e mezzo di euro

0
84

Continua l’azione del Garante per la privacy contro il fenomeno delle chiamate promozionali indesiderate. L’Auto i dati personali di milioni di utenti a fini di telemarketing aggressivo .

Si conclude così una complessa attività istrutto di centinaia di segnalazioni e reclami di utenti che lamentavano continue telefonate promozionali di servizi di telefonia e internet offerti da Fastweb effettuate senza il loro consenso.

Gli accertamenti svolti dall’Autore delle comunicazioni elettroniche.

Nel corso dell’istrutto degli utenti alla comunicazione dei propri dati.

Inadeguate sono risultate anche le misure di sicurezza dei sistemi di gestione della clientela. L’Automatizzata.

Tenuto una sanzione di 4.501.868,00 euro.

L’Auto chiamate effettuate dalla rete di vendita attraverso numerazioni telefoniche censite e iscritte al Roc. La società, inoltre, dovrà irrobustire le misure di sicurezza per impedire accessi abusivi ai propri database.

Fastweb infine non potrà più utilizzare i dati contenuti nelle liste anagrafiche fornite da partner terzi, senza che questi ultimi abbiano acquisito dagli interessati alla comunicazione a terzi dei propri dati.

Il provvedimento complessivo di circa 70 milioni di euro.

Roma, 2 aprile 2021