Superflua la perizia fonica per il riconoscimento degli intercettati in assenza di precise contestazioni

La Suprema Corte di Cassazione, rigettando il ricorso, in tema di intercettazioni telefoniche conferma il principio secondo cui, qualora sia contestata l’identificazione delle persone colloquianti, il giudice non deve necessariamente disporre una perizia fonica , ma può trarre il proprio convincimento da qualsiasi altra circostanza che consenta di risalire con certezza all’identità degli interlocutori. La…

Questo contenuto è riservato ai soli Base, Soci Sostenitori, e Soci SolidarietaDigitale
La procedura è la seguente:
Fase 1: Accedi, se sei già iscritto o Registrati
Fase 2: Richiesta di iscrizione gratuita al Portale
Accedi (già registrati)
Registrati
Richiedi l’iscrizione gratuita al Portale (già registrati)
Segui e condividi i nostri contenuti anche sui social network...