Diffamazione : riconosciuta la scriminante della provocazione su pagina Facebook

Sussiste la causa di non punibilità della provocazione in ipotesi di post pubblicato su pagina Facebook, quale causa scatenante della diffamazione . La Corte di appello di Catanzaro confermava la pronuncia con la quale il Tribunale aveva dichiarato l’imputato colpevole del reato di diffamazione , ai sensi dell’art. 595, comma terzo, cod. pen. (per avere,…

Questo contenuto è riservato ai soli Base, Soci Sostenitori, e Soci SolidarietaDigitale
La procedura è la seguente:
Fase 1: Accedi, se sei già iscritto o Registrati
Fase 2: Richiesta di iscrizione gratuita al Portale
Accedi (già registrati)
Registrati
Richiedi l’iscrizione gratuita al Portale (già registrati)
Segui e condividi i nostri contenuti anche sui social network...