La violazione della riservatezza non è elemento per detenzione in condizioni inumane

La recente Sentenza della Suprema Corte affronta il tema dei presupposti integranti il trattamento inumano e degradante e perviene al principio per cui la violazione della riservatezza non costituisce elemento per la detenzione in condizioni inumane . * Il caso trae origine da un’ordinanza del Tribunale di sorveglianza di Trieste che confermava un provvedimento del…

Questo contenuto è riservato ai soli Base, Soci Sostenitori, e Soci SolidarietaDigitale
La procedura è la seguente:
Fase 1: Accedi, se sei già iscritto o Registrati
Fase 2: Richiesta di iscrizione gratuita al Portale
Accedi (già registrati)
Registrati
Richiedi l’iscrizione gratuita al Portale (già registrati)
Segui e condividi i nostri contenuti anche sui social network...