Garante privacy : servizi sanitari nazionali attraverso sistemi di Intelligenza Artificiale

0
217

Il 12 otto il “Decalogo per la realizzazione di servizi sanitari nazionali attraverso sistemi di Intelligenza Artificiale ”.

Nell’era digitale, il rapido avanzamento il Decalogo del GDPR.

In particolare, l’elaborazione di dati sulla salute, attraverso tecniche di Intelligenza Artificiale è un tema di crescente importanza e complessità ed è oltremodo necessario garantire, in primis, che il trattamento di tali dati sia conforme alle leggi sulla protezione dei dati e rispetti i diritti fondamentali degli individui.

Il Decalogo del Garante Privacy analizza diversi principi chiave:

  1. Le basi giuridiche del trattamento dei diritti e delle libertà degli individui.
  2. Principi di accountability e di privacy by design e by default: il principio di accountability, richiede che il tito a garantire che i dati siano trattati in modo conforme alla legge fin dall’inizio.
  3. Ruoli: nell’ambitolare.
  4. I principi di conoscibilità, non esclusività e non discriminazione algoritmica: sulla base delle disposizioni del Regolamento, delinea la possibilità di enucleare tre principi cardine che devono governare l’utilizzo di algoritmi e di strumenti di IA nell’esecuzione di compiti di rilevante interesse pubblico, ovvero:
  • Il principio di conoscibilità, in base al quale l’interessatomatizzati e, in tal caso, di ricevere informazioni significative sulla logica utilizzata, sì da poterla comprendere;
  • Il principio di non esclusività della decisione algoritmica, secondo cui deve comunque esistere nel processo decisionale un interventomatica (cd. human in the loop);
  • Il principio di non discriminazione algoritmica, secondo cui è opportuno che il tito).
  1. Valutazione d’Impatto per i diritti delle persone.
  2. Qualità dei Dati: Il tito deve garantire che i dati siano accurati e aggiornati.
  3. Integrità e Riservatezza: I dati devono essere trattati in modo da garantire un’adeguata sicurezza, inclusa la protezione da trattamenti non auto umano per controllare, convalidare o correggere tali decisioni (cd. “human in the loop“).
  4. Correttezza e Trasparenza: sono fondamentali per garantire un’IA affidabile e rispetto richiede campagne di informazione per garantire una comprensione diffusa e la partecipazione di tutte le parti interessate.
  5. Supervisione Umana: L’IA richiede supervisione umana per garantire il rispettomatizzati.
  6. Ulteriori profili rispetto dei diritti umani, della dignità e dell’identità personale delle persone coinvolte.

In sintesi, Il Decalogo sotto da un quadro normativo chiaro e preciso.

Questo quadro deve essere conforme alle leggi europee e nazionali e deve proteggere i diritti fondamentali degli individui.

Inoltre, il decalogo fa notare che, in altri settore sanitario.

Il trattamento dei diritti dei pazienti.

La guida del Garante per la Privacy fornisce una solida base per affrontare queste sfide in modo etico ed efficace, promuovendo allo stesso tempo l’innovazione nella fornitura dei servizi sanitari.

Decalogo Garante privacy su Intelligenza Artificiale

18 ottobre 2023

Segui e condividi i nostri contenuti anche sui social network...