Il DDL Cybersicurezza pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale

0
27

Il DDL Cybersicurezza è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale divenendo legge con il n.90 del 28.06.2024 (ne avevamo parlato qui).

Di seguito è disponibile il testo in due formati:

Il titolo del provvedimento è “Disposizioni in materia di rafforzamento della cybersicurezza nazionale, di resilienza delle pubbliche amministrazioni e del settore finanziario, di personale e funzionamento dell’Agenzia per la cybersicurezza nazionale e degli organismi di informazione per la sicurezza nonchè di contratti pubblici di beni e servizi informatici impiegati in un contesto connesso alla tutela degli interessi nazionali strategici”.

Tra le novità in tema di reati informatici si segnala una nuova ipotesi di “estorsione informatica”, introdotto al terzo comma dell’articolo 629 del c.p. con la seguente formulazione:

«Chiunque, mediante le condotte di cui agli articoli 615-ter, 617-quater, 617-sexies, 635-bis, 635- quater e 635-quinquies ovvero con la minaccia di compierle, costringe taluno a fare o ad omettere qualche cosa, procurando a sé o ad altri un ingiusto profitto con altrui danno, è punito con la reclusione da sei a dodici anni e con la multa da euro 5.000 a euro 10.000. La pena è della reclusione da otto a ventidue anni e della multa da euro 6.000 a euro 18.000, se concorre taluna delle circostanze indicate nel terzo comma dell’articolo 628 nonché nel caso in cui il fatto sia commesso nei confronti di persona incapace per età o per infermità».

Tale nuova ipotesi di reato è richiamata come reato presupposto ai sensi del D.Lgs. 231/2001.

3 luglio 2024

Segui e condividi i nostri contenuti anche sui social network...